Da architetto a manager musicale: vi racconto come ho fatto

Manager Musicale: come ho creduto nel cambiamento

 

Sono un manager musicale e recentemente ho rilasciato un’intervista ad una nota testata settimanale dell’hinterland milanese.

In questa intervista ho raccontato come è avvenuto il mio grande cambiamento professionale e come non ho mai smesso di credere nei miei sogni e nelle mie capacità.

L’agenzia che dirigo da oltre cinque anni e che porta ilo mio nome è specializzata nell’organizzazione di musica dal vivo e dj set per locali, matrimoni, convention aziendali, cerimonie, eventi di piazza e feste pubbliche e private.

Organizziamo concerti a Milano e in tutta Italia, sulla base delle indicazioni dei nostri partner, individuando i generi musicali più adatti all’evento ed ingaggiando i migliori artisti e band.

La musica che promuoviamo è di alto livello, e spazia sui vari generi musicali: jazz, pop, rock, swing, rithm’n blues, funk, cubana, country, beat e DJ Set, per soddisfare tutte le esigenze. Tutti gli artisti dell’agenzia sono professionisti di alto livello, con numerosi riconoscimenti, e lavorano sia in Italia che all’estero

Siamo leader nel business music management e operiamo anche nel campo teatrale.

 

In questi cinque anni siamo passati dall’organizzare concerti in pub e ristoranti a grandi progetti come il recentissimo evento nell’ambito dell’Estate Sforzesca.

 

Prima di Gerli Music Management

 

Prima di dirigere l’agenzia Gerli Music Management ho fatto, per moltissimi anni, l’architetto e devo dire che ho ottenuto delle grandissime soddisfazioni e gestito progetti molto importanti.

Non ho mai smesso tuttavia di pensare ad una delle mie grandi passioni: la musica.

Coltivo questa passione da quando ero piccola. Tuttavia i miei genitori, ritenendo che studi musicali non mi avrebbero garantito una cultura di base sufficiente, mi hanno spinta a seguire un percorso legato alle belle arti.

 

Non ho però mai smesso di amare la musica e di sognare un lavoro in questo settore.

 

E così, 5 anni fa, dopo l’incontro con l’artista Giordano Cambogi e le prime lezioni di chitarra, ho deciso di fare il grande salto e trasformare la mia passione in un lavoro.

 

 

Talento, oltre alla passione

 

Sapevo che non sarebbero bastate passione e motivazione, ma per fortuna ho potuto contare su un’altra dote: la capacità di gestire relazioni e di organizzare eventi, a seconda delle esigenze e delle richieste.

Si tratta di un aspetto fondamentale per il mio lavoro, che ha la stessa importanza della collaborazione con artisti seri e di talento.

 

E i fatti confermano questa affermazione: in questi 5 anni è aumentata drasticamente la quantità e la qualità degli eventi organizzati.

 

Uno dei concerti più recenti, un successo che ha superato ogni mia aspettativa, è stato quello di Dandy e Le bestie, la band ex Skiantos che vanta moltissimi fan in tutta Italia.

L’evento si è tenuto all’interno della Rassegna Estate Sforzesca, rassegna in cui ho portato anche altri artisti, come l’ensable Ekundayo Art Project.

I risultati sono stati veramente eccellenti, ma dietro ci sono organizzazione, sacrificio e una grande determinazione.

Amo la musica e desidero che questa passione sia visibile anche attraverso i miei concerti.

 

 

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.
ULTIME NEWS