Tutti possono diventare artisti con il progetto “Open Stage”


Open Stage, il palco a misura di tutti


Lo scorso 26 settembre è stato inaugurato a Pioltello (Milano), in anteprima mondiale, il nuovissimo progetto “Open Stage”: un palco completo, attrezzato, smart, per tutti.
Come si presenta questo gioiello che rivoluzionerà il modo di far musica di ama la musica?
Open Stage sembra un piccolo “fungo, della grandezza di un lampione, ma dal contenuto iper-tecnologico.
Open Stage, grazie alla tecnologia di cui dispone, consente di allestire facilmente un palcoscenico pronto per chiunque voglia esibirsi, ideale per eventi all’aperto e dotato di sensori anti assembramento, che ne consentono l’utilizzo anche in questo periodo di emergenza.


Come nasce Open Stage

Open stage è un progetto innovativo, nato dall’idea di un gruppo di studenti universitari e sviluppato all’interno del progetto “57Barre” da Officine Buone.
Per chi non lo sapesse, Officine Buone è una realtà no profit fondata da Ugo Vivone, e ha come obiettivo portare un po’ di svago e distrazione a chi si trova in ospedale.
Grazie al talento di tanti giovani, vengono allestiti dei mini spettacoli all’interno degli ospedali e i giovani imparano così a sperimentare l’esibizione dal vivo, insieme naturalmente al valore di un’esperienza di aiuto al prossimo.
All’interno dei numerosi progetti si Officine Buone, poi, Vivone ha ottenuto i finanziamenti dai comuni di Pioltello e Milano, riuscendo così ad avviare il nuovo progetto Open Stage.

Cos’è Open Stage


Open Stage promette di rivoluzionare l’intrattenimento urbano mettendo a disposizione di tutti, con un semplice click, un vero e proprio palcoscenico pronto all’uso per esibirsi in piena sicurezza in un luogo pubblico.
Open Stage si presenza come un grande lampione: in alto sono posti i diffusori audio e un sistema di luci a led, e il loro funzionamento può essere comandato da remoto tramite una semplice app.
Dallo smartphone, i fruitori del palco, ad esempio i musicisti di un evento ma anche i cittadini che vogliono esibirsi durante un evento, potranno prenotare le loro esibizioni (nei giorni e orari stabiliti dall’amministrazione comunale) oppure consultare il programma degli eventi.
Chi vorrà esibirsi dovrà quindi prenotarsi con l’app, e poi, al momento dell’esecuzione, portare con sé il proprio strumento musicale o il computer e collegarlo al mixer professionale contenuto nella base del palco.
Musica, intrattenimento, e soprattutto sicurezza
Il funzionamento di Open Stage avviene in piena sicurezza, secondo i recenti protocolli nazionali in materia di spettacoli di strada, e considerando anche le recenti disposizioni in materia di misure anticovid.
Il palco, infatti, sarà dotato di sensori anti-assembramento, in grado di sospendere la musica in caso di eccessiva densità di persone intorno agli artisti.

L’inaugurazione del 26 settembre


Lo scorso sabato 26 settembre Open Stage è stato inaugurato nell’ambito di un evento eccezionale organizzato dal comune di Pioltello, in cui si sono esibiti, tra gli altri Vegas Jones, Cesareo (chitarrista di Elio e Le Storie Tese), Elianto (finalista di Italia’s Got Talent) e molti tra i più importanti artisti di “Special Stage”, l’importante rassegna musicale che si svolge nelle corsie degli ospedali italiani.

Info su app e progetti


Open Stage è una fantastica opportunità per gestire, in modo innovativo e in tutta sicurezza, l’intrattenimento musicale in luoghi pubblici e all’aperto.
L’app si chiama Officine Buone e può essere scaricata da Playstore e da Appstore.
E’ possibile trovare tutte le informazioni sui progetti Open Stage e Officine Buone sui profili Instagram @officinebuone e @openstage.it, oltre che sul sito ufficiale www.officinebuone.it

Share:

Leave a Reply

Powered by All Marketing Web - 2019 tutti i diritti sono riservati